IL TEATRO PIU’ PICCOLO DEL MONDO? SI TROVA IN UMBRIA ED ECCO LA SUA STORIA

Il Teatro all’italiana più piccolo del mondo si trova in Umbria, e molto più precisamente a Monte Castello di Vibio, un piccolo borgo a forma di cuore in provincia di Perugia.

Prima di scoprire dove si trova questa incantevole bomboniera e come fare per visitarla, voglio raccontarvi la sua storia. Pensavo di conoscere tutto dell’Umbria (forse il bello accade proprio quando si pensa di sapere tutto di qualcosa) e poi ho scoperto questo posto magico, che non ti aspetti di trovare in un paese di 1500 abitanti, a 422 metri di altitudine.

Il Teatro della Concordia è stato inaugurato nel 1808, progettato in pieno clima post rivoluzione francese del 1789 ed è stato infatti intitolato proprio a quella “concordia tra i popoli” che si andava ricreando in Europa agli inizi dell’ottocento. Il Teatro è nato per volontà di nove famiglie benestanti locali (che si sono poi divise i palchetti all’interno) che desideravano costruire un luogo di divertimenti e riunioni (c’era anche un caffè-salotto) per Monte Castello di Vibio. Il teatro, si legge in un documento dell’epoca, venne costruito piccolo, a misura del suo paese. E così infatti è stato! Pensate che offre appena 99 posti a sedere suddivisi tra palchi e platea.

Piccolo ma non per questo di minor pregio! Come hanno lasciato scritto le famiglie che l’hanno fortemente voluto infatti: “la civiltà non si misura a metri quadri e cubatura“. Il Teatro fu affrescato da Luigi Agretti. Il giovane accompagnò suo padre Cesare in Umbria da La Spezia e realizzò nell’estate del 1892 delle opere meravigliose. Aveva solo quattordici anni. Tra le particolarità, un orologio sul proscenio dipinto a trompe l’oil, con le lancette ferme sulle ore 20:30, orario di inizio degli spettacoli.

Nel teatro vennero rappresentate tantissime opere, anche durante la prima e la seconda guerra mondiale. Pensate che nel 1945 il teatro ospitò l’allora giovanissima Gina Lollobrigida, che a Monte Castello recitò in “Santarellina” di Scarpetta, una commedia di L. Tenneroni.  Nel 1951 il teatro fu chiuso per inagibilità. Treant’anni dopo, nel 1981 fu espropriato dal comune e totalmente restaurato.

Esistono anche altri teatri in Europa con meno di 100 posti, ma il Teatro della Concordia si distingue in quanto l’unico di queste dimensioni a riprodurre tutti i criteri goldoniani dei grandi teatri all’italiana e perciò rappresenta una particolarità unica dal punto di vista architettonico, storico e culturale.

Come raggiungere Monte Castello di Vibio: Il paese è raggiungibile da nord in auto, tramite l’autostrada A1 Firenze-Roma, uscita Valdichiana e da sud, uscita Orte. Per quanto riguarda i treni invece, la stazione più vicina è Fratta Todina – Monte Castello di Vibio ma è necessario prendere la linea dei treni a velocità ridotta della Centrale Umbra.

Come fare per visitare il teatro: Il teatro è visitabile sabato, domenica e festivi. La prenotazione online è obbligatoria. Per prenotare una visita (max 8 persone per volta) basta scrivere una mail a prenotazioni@teatropiccolo.it indicando: nominativo, orario di visita, telefono e numero di persone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: